Bujinkan Swiss Dojo Uster | Dr. Masaaki Hatsumi
Seminare, Bujinkan, Swiss Dojo Zurich, Pietro Luca, Dr. Maasaki Hatsumi, Kampfkunst
Bujinkan Swiss Dojo Zürich Schweiz, Ninjutsu, Nicole Hammer, Pietro Luca, Shihan, Kampfsport, Kampfkunst, Kampfsport Schule
16552
page-template-default,page,page-id-16552,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Masaaki Hatsumi

Masaaki Hatsumi (giapponese 初見 良 昭, Hatsumi Masaaki [hatsɯmi masaːki], nato il 2 dicembre 1931 a Noda, in Giappone Hatsumi Yoshiaki) è dal 1972 a capo del Bujinkan Dojo.

Gioventù e istruzione

All’età di sette anni, Hatsumi iniziò a imparare il kendo da suo padre. Per inciso, ha anche allenato l’Aikido, il Judo e il Karate. A scuola, Hatsumi praticava ginnastica e boxe ed era capitano della squadra di calcio. Ha praticato la danza, che lo ha aiutato a imparare il Budō. Al liceo, ha dato un altro pugno e ha eseguito judo. Ha studiato drammaturgia e teatro.

Passando alle arti marziali

Iniziò a cercare le giuste arti marziali e praticò lo stile di combattimento “Kobujutsu Juhappan” con un insegnante giapponese di nome Ueno. Dopo tre anni aveva imparato lo stile e il suo insegnante Ueno ha detto che non poteva insegnargli più nulla. Egli consigliò a Hatsumi di andare a Nara e di trovare un insegnante capace, quando Hatsumi aveva 25 anni, [1] conobbe Takamatsu Toshitsugu, dove imparò il Taijutsu. Da allora in poi, Hatsumi viaggiò dieci ore alla settimana per oltre 15 anni a Honshu. Ha lasciato Noda venerdì sera, è rimasto con il suo insegnante durante il fine settimana e si è allenato con lui. Ha lasciato Takamatsu di nuovo domenica sera e ha iniziato la lunga strada per riaprire le sue prove lunedì mattina.

Takamatsu diede a Hatsumi un certificato nel marzo del 1958 [2] che era il 34 ° soke del Togakure Ryu e quindi il suo erede, e all’età di 30 anni sposò sua moglie Mariko.

La fondazione di Bujinkan

Hatsumi decise a causa della grande estensione delle nove tradizioni (Ryuha) non separate, ma di esercitare come unità e chiamò il suo dōjō “Bujinkan Dōjō”. Il 9 settembre 1997, fu aperto il Bujinden (Hombu) Dōjō. Fino ad allora, Hatsumi aveva alternativamente insegnato nel Dōjō i suoi studenti.

L’allenamento sotto Hatsumi avrebbe dovuto essere inizialmente molto duro, ma nel 1988 decise di adattare il Bujinkan a questo aspetto e di mitigarlo. Dal 1995, le arti marziali nel Bujinkan Bujinkan Budo Taijutsu hanno chiamato.

Le scuole

Hatsumi afferma di essere il legittimo successore dei seguenti nove Ryuha:

34. Soke – Togakure Ryu Ninpo
28. Sōke – Gyokko Ryu Koshijutsu
28. Sōke – Kukishinden Ryu Happo Hikenjutsu
21. Sōke – Gyokushin Ryu Ninpo
18 ° Sōke – Koto Ryu Koppojutsu
17. Sōke – Takagi Yohshin Ryu Jutaijutsu
16. Sōke – Shinden Fudo Ryu Dakentaijutsu
15. Sōke – Gikan Ryu Koppojutsu
14. Sōke – Kumogakure Ryu Ninpo

La maggior parte di queste scuole (Ryuha) sono scuole di samurai. Tre delle scuole sono le ultime scuole ninja esistenti. Vedi anche Ninjutsu. Hatsumi non ha ancora nominato un successore.

1990 fino ad oggi

A causa di problemi di salute (diabete) e di prendersi cura di sua moglie, Hatsumi rimane ora solo in Giappone. Si sta ancora allenando a Bujinden (Honbu-Dōjō). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti militari e pubblici in tutto il mondo. Ha conseguito altri due titoli di dottorato, uno in filosofia e uno in scienze. Nel 1986 gli è stato assegnato il premio Istruttore dell’anno Black Belt. È uno scienziato, pittore impressionista, attore, musicista, cantante e autore, ha scritto innumerevoli colonne su giornali e riviste, ha scritto molti libri sul Ninjutsu e ha pubblicato la rivista Bujinkan chiamata “Sanmyaku”. Ha realizzato più di 25 video e ha partecipato a numerosi film: “Shinobi no Mono”, 50 episodi delle famose serie per bambini “Jiraya” e “Suteki no Mama”.

Fonte 

Bo F. Munthe: Ninjutsu, edizione tedesca 1992. pagina 23

Masaaki Hatsumi: Tetsuzan. Edizione tedesca 2001. pagina 81

Masaaki Hatsumi: Advanced Stickfighting, 2005. pagina 42

Letteratura
  • Masaaki Hatsumi: The Way of the Ninja – Tecniche segrete. Editore Dieter Born, Bonn, 2009, ISBN 978-3-922006-53-4
  • Wolfgang Ettig: Takamatsu Toshitsugu. La biografia di una leggenda delle arti marziali. 2004, ISBN 3-924862-11-7
  • Masaaki Hatsumi: Hanbôjutsu – Kukishin Ryû. 2006, ISBN 3-924862-05-2 
  • Moshe Kastiel: Samurai e Ninja – Volume I: Storia e tradizione delle arti marziali giapponesi. 2004, ISBN 3937947000
Fonte: Wikipedia